Hera per le scuole

Logo stampa
Un pozzo di scienza
 
Un pozzo di scienza 2017

Un pozzo di scienza

XI EDIZIONE

LET’S GO!


I percorsi della Scienza

L’undicesima edizione di Un pozzo di scienza si svolgerà, da febbraio ad aprile 2017 e farà tappa nelle scuole secondarie di 2° grado di ogni indirizzo delle principali città dell’Emilia–Romagna.

Il progetto è ideato, promosso, sostenuto dal Gruppo Hera con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna e si realizza con la collaborazione di ComunicaMente e la consulenza scientifica di: Università di Bologna, docenti dell’Università di Ferrara (Michele Pinelli e Massimiliano Mazzanti), Associazione BiodiverCity (Stefano Draghetti), IS – Science Center Immaginario Scientifico di Trieste, Tecnoscienza.

Pronti a partire per seguire i percorsi della Scienza? L’edizione 2017 del Pozzo di Scienza traccerà infatti una serie di itinerari in cui seguire la filiera di oggetti, materiali, ricerche e idee che ritroviamo  comunemente nella nostra vita, andando dietro le quinte del mondo per esplorare i luoghi misteriosi che producono e processano ciò che costituisce il nostro quotidiano. Ma il viaggio può essere anche nel tempo, per capire che il passato ha molto da insegnare al presente: stiamo, ad esempio, assistendo ad un recupero di materiali “antichi” nei manufatti di oggi, ma anche ad una ripresa delle sensibilità del passato, quando, in armonia con i cicli della natura, l’uomo aveva già inventato l'economia circolare, la sostenibilità, la lotta allo spreco. E il percorso infine, può essere anche il viaggio responsabile, come quello disegnato dal Turismo Sostenibile, a cui l’ONU ha dedicato tutto l’anno 2017. Alla fine del percorso si potrà svelare la mappa dei sentieri, per scoprire che gli itinerari migliori sono quelli circolari e che, per affrontare le sfide che ci aspettano, i viaggi è meglio farli in compagnia: una lezione che abbiamo imparato esattamente 20 anni fa, a Rio, con il primo Summit internazionale sul futuro del pianeta.

LET’S GO: incontri con docenti universitari, scienziati, giornalisti, esperti e giovani ricercatori; laboratori interattivi hands-on, cortometraggi del progetto CinemAmbiente.tv, le visite aiprincipali Dipartimenti Scientifici del territorio e infine la gara all’ultimo click e la festa di chiusura la Maratona Fotografica DISTURbo.