Hera per le scuole

Logo stampa
Ambiente / Scuola primaria
 
Ambiente - Scuola secondaria di 1° grado
  •  

    Storytelling creativo (per le classi 1a e 2a)
    Modalità: in presenza o a distanza

     

    Descrizione del percorso
    La lotta contro il cambiamento climatico, lo sviluppo di città sostenibili e la corretta gestione dei rifiuti sono ambiti dell’Agenda 2030 nei quali molti vorrebbero intervenire. Partendo da queste suggestioni e facendo sperimentare alla classe un percorso ispirato al mondo dei fumetti, le alunne e gli alunni si cimentano nella realizzazione di vignette in cui i protagonisti saranno i personaggi da loro inventati e disegnati, caratterizzati da capacità e abilità speciali, grazie alle quali possono mettere in campo da subito azioni positive per la sostenibilità mirate al miglioramento della qualità della raccolta differenziata. Per preparare in modo semplice e coinvolgente la classe all’attività, ogni docente riceve prima dell’incontro il materiale didattico di approfondimento per la tematica ambiente (la presentazione di approfondimento sui contenuti aggiornata e semplificata e la presentazione “tecnica” con alcuni semplici consigli per inventare i personaggi e disegnare i fumetti) utile per introdurre alcuni concetti e argomenti guida che saranno poi sviluppati durante l’attività: riduzione, riuso, recupero, riciclo e rigenerazione di rifiuti, principali tipologie di materiali oggetto di raccolta differenziata, comportamenti utili per favorire la sostenibilità ambientale. I docenti possono scegliere tra due diverse modalità di svolgimento del percorso:


    Modalità in presenza: durante l’incontro in classe, della durata di 2 ore, l’educatore coinvolge inizialmente gli alunni in una conversazione esplorativa guidata su alcuni degli argomenti guida, fornendo alcuni spunti per la soluzione dei principali problemi ambientali. L’educatore verifica inoltre se i bambini hanno bisogno di rivedere alcuni semplici suggerimenti per la creazione del personaggio e della vignetta; ampio spazio di espressione viene quindi lasciato alle bambine e ai bambini che, liberamente ispirati dagli elementi che hanno maggiormente colpito la loro fantasia, si cimentano nell’ideazione del loro personaggio e in seguito, grazie ad alcuni esempi di scenari da cui partire, realizzano la loro vignetta in cui sono enfatizzate le buone pratiche di corretta raccolta differenziata. Al termine dell’incontro tutti gli elaborati prodotti vengono visionati insieme alla classe e all’educatore per arricchire le scene immaginate dai bambini e caratterizzare ulteriormente i loro personaggi. 


    Modalità a distanza: l’attività prevede due collegamenti distinti della durata di 1 ora ciascuno. Nel 1° collegamento, l’educatore presenta alla classe gli argomenti guida e illustra le principali modalità di realizzazione dei principali elementi necessari per la creazione del personaggio a fumetti e delle animazioni tipiche. Tra il primo e il secondo incontro i bambini hanno quindi il tempo per realizzare i personaggi e le vignette. Il 2° collegamento è dedicato a un approfondimento sulle buone pratiche di raccolta differenziata grazie allo svolgimento di una partita con gli Eco Games di Hera, il divertente gioco didattico online sui servizi ambientali che coinvolge I bambini a inizio collegamento e alla restituzione finale degli elaborati realizzati dai bambini e permette di focalizzare il ruolo e l’operato di Hera in merito alla tematica rifiuti e ribadire l’importanza dell’impegno di tutti per promuovere la raccolta differenziata di qualità e il rispetto dell’ambiente.


    Obiettivi
    Coinvolgere le bambine e i bambini sulla tematica ambiente attraverso il mondo dei fumetti, caratterizzato da un linguaggio semplice e immediato, che ben si presta a veicolare messaggi volti alla sostenibilità del Pianeta. Incentivare la lettura, migliorare le competenze di lettura e scrittura, promuovere lo sviluppo del pensiero critico.


    Goal Agenda 2030
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumo e produzione responsabili
    13. Lotta contro il cambiamento climatico
    14. La vita sott’acqua
    15. La vita sulla Terra


    Articolazione del percorso
    L’attività in presenza prevede un incontro di 2 ore a classi singole.
    L’attività a distanza prevede, per ogni classe, 2 collegamenti in diretta, ognuno della durata di 1 ora.


    Informazioni organizzative
    Per l’attività in presenza si richiede la disponibilità della LIM e del collegamento a internet.
    Per la gestione dell’attività a distanza è necessaria una connessione internet stabile e un device per il collegamento dotato di casse e microfono adeguati a garantire una buona qualità audio e un’esperienza interattiva.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Laboratorio speciale (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: in presenza

     

    Descrizione del percorso
    Into Street è il laboratorio speciale rivolto alle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria, da quest’anno proposto in due appuntamenti per divulgare buone pratiche legate ai temi acqua, ambiente ed energia attraverso il linguaggio della street art e rispondere in maniera creativa alle sfide ambientali del nostro tempo. Il percorso è strutturato in due momenti in presenza e un tutoraggio intermedio per il docente condotto a distanza dall’educatore.
    Nell’incontro iniziale l’educatore/tutor introduce il tema di approfondimento prescelto (per l’ambiente si propone “Fare la differenza: per una raccolta differenziata di qualità”) e il linguaggio dell’arte di strada, in particolare con un riferimento ai manifesti come veicolo di diffusione e sensibilizzazione di buone pratiche. Al termine dell’incontro viene chiesto di immaginare l’elaborato, poi realizzato da ogni alunno in autonomia o con l’aiuto dei docenti tramite l’apporto di materiale digitale di video-tutoring preparato da esperti del mondo della comunicazione grafica e fornito agli insegnanti.
    Un successivo tutoraggio a distanza permette all’educatore di monitorare lo stato di avanzamento dei lavori e fornire al docente suggerimenti e consigli pratici attraverso i quali sarà possibile arrivare all’elaborato finale con il proprio messaggio di sostenibilità.
    Il secondo e ultimo incontro in presenza con l’educatore è dedicato all’approfondimento del tema e alla creazione di elaborati che potranno essere utilizzati per sensibilizzare i compagni delle altre classi e le famiglie spingendoli ad adottare buone abitudini nei confronti dell’ambiente.


    Obiettivi
    Supportare i bambini e le bambine nell'intraprendere il percorso per diventare cittadini consapevoli e persone formate per la società di domani, attraverso l’esplorazione delle varie forme espressive del linguaggio dell’arte pubblica di strada e approfondendo temi legati alle discipline STEM, italiano, storia, geografia ed educazione all’immagine.


    Goal Agenda 2030
    4. Educazione paritaria e di qualità
    6. Acqua pulita e servizi igienico sanitari
    7. Energia pulita ed accessibile
    9. Industria, innovazione e infrastruttura
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumo e produzione responsabile


    Articolazione del percorso
    L’attività prevede due incontri così strutturati:

    • 1 incontro condotto in presenza di 2 ore, a classi singole
    • 1 tutoraggio a distanza per il docente
    • 1 incontro condotto in presenza di 2 ore, a classi singole

    Le tempistiche per fissare i tre appuntamenti saranno definite insieme ai docenti di riferimento.


    Informazioni organizzative
    Per rendere il percorso più calzante con il programma seguito l’educatore/tutor si occupa di indicare agli insegnanti una serie di materiali multimediali propedeutici all’inizio del percorso laboratoriale per poter iniziare a introdurre il tema prescelto di approfondimento (acqua, ambiente, energia). Il supporto dell’educatore/tutor è garantito per tutta la durata del percorso laboratoriale mantenendo costante il coinvolgimento degli studenti e stimolando l’approfondimento al tema e alle modalità di elaborazione prescelte.
    Per la realizzazione dell’incontro intermedio a distanza è necessaria una connessione internet stabile e un device per il collegamento dotato di casse e microfono adeguati a garantire una buona qualità audio e un’esperienza interattiva.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Laboratorio di gamification (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: a distanza

     

    Descrizione del percorso
    Il laboratorio Future quest permette, attraverso la coinvolgente metodologia della gamification permette di esplorare le tematiche ambiente, energia, acqua attraverso l’utilizzo delle soft skills e il lavoro di squadra. L’incontro si svolge con un educatore in connessione con la classe che in veste di “master”, ha il compito di guidare i bambini nelle varie fasi di gioco, spiegare ciò che incontrano durante il percorso, raccogliere i loro stimoli, dare una cornice e solidificare in questo modo le loro conoscenze. L’incontro si propone di andare oltre le “classiche” lezioni di didattica a distanza, per essere un gioco di ruolo adatto alla veicolazione dei concetti principali di acqua, energia e ambiente: i temi affrontati sono quelli della gestione dei rifiuti, la raccolta differenziata in quantità e qualità, le fonti rinnovabili di energia, le nuove frontiere energetiche, la scelta delle risorse energetiche più efficienti, il risparmio energetico, il ciclo integrato dell’acqua, la lotta agli sprechi idrici, così da mettere i bambini di fronte a prove e sfide la cui complessità si ritrova anche nel mondo reale. Durante l’attività agli alunni, suddivisi in gruppi, viene presentata la mappa virtuale del paese di “Futurandia” che prevede diversi punti interattivi esplorabili che rappresentano le tappe di avanzamento nei livelli di gioco; ad ogni tappa corrisponde una prova, un problema o una serie di domande che i gruppi devono cercare di risolvere anche grazie all’utilizzo delle fondamentali informazioni ricavate dalle risorse digitali App Il Rifiutologo e L'Acquologo di Hera. I bambini partecipano al gioco calandosi di volta in volta nei ruoli di creatori della storia, esperti, negoziatori e concorrenti, per compiere un vero e proprio viaggio (quest) alla ricerca di soluzioni ai problemi del futuro. Per ogni azione portata a compimento, la classe accumula i punti esperienza che alla fine dell’incontro decretano il livello di competenza raggiunto per poter essere artefici di un futuro migliore e sostenibile.


    Obiettivi
    Sollecitare i collegamenti tra i temi trattati e le discipline scientifiche e l’educazione civica, favorire lo sviluppo delle soft skill, facilitare lo sviluppo di autonomia nel prendere decisioni, imparare a usare il problem solving per affrontare problemi complessi, imparare a gestire informazioni, sviluppare capacità di raggiungere un obiettivo con il lavoro di squadra.


    Goal Agenda 2030
    6. Acqua pulita e servizi igienico sanitari
    7. Energia pulita e accessibile
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumi e produzione responsabili
    13. Lotta contro il cambiamento climatico
    14. Vita sott’acqua
    15. Vita sulla terra


    Articolazione del percorso
    Il percorso prevede 1 incontro a distanza della durata di 1 ora, a classi singole.


    Informazioni organizzative
    È necessaria una connessione internet stabile e un device per il collegamento dotato di casse e microfono adeguati a garantire una buona qualità audio e un’esperienza interattiva.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Gioco di ruolo con librogame (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: in presenza

     

    Descrizione del percorso
    Partendo dalla narrazione di un librogame, gli alunni vivono una vera e propria avventura giocata da protagonisti. Il libro narra la storia dei giovani supereroi de La Grande Macchina del Mondo: Goccia (custode dell’acqua), Smacchia (custode dell’ambiente) e Miccia (custode dell’energia). I tre fantastici supereroi, per aiutare la propria città e i suoi abitanti, si scontrano con il perfido Mr. Smoky per porre rimedio a tutti i guai che sta combinando all’ambiente. Ogni personaggio è caratterizzato da particolari poteri e abilità. La classe, divisa in tre gruppi, è chiamata a immedesimarsi con gli eroi del libro e a decidere lo svolgimento della storia. Di fronte alle alternative del racconto, gli alunni effettuano le scelte che modificano lo svolgimento della narrazione. A volte è la classe a decidere in quale direzione del racconto proseguire, a volte il singolo gruppo determina la buona o cattiva riuscita di alcune sfide e altre volte la sorte dei dadi porta la storia in una direzione o in un’altra.
    I bambini sono stimolati a collaborare per raggiungere uno scopo comune, devono superare prove di abilità, rispondere a domande, risolvere enigmi e decifrare codici per poter aiutare i supereroi a sconfiggere il malvagio. Nella storia vengono posti di fronte a diverse situazioni che li portano a interrogarsi su pratiche e comportamenti sostenibili, incoraggiandoli ad effettuare le scelte corrette.
    La narrazione è accompagnata da una presentazione alla LIM, con le illustrazioni del racconto, che ci permette di “navigare” tra le varie parti del racconto fino allo "scontro finale" dei tre supereroi con il perfido Mr. Smoky.


    Obiettivi
    Attraverso il gioco di ruolo e con l’ausilio del librogame, il percorso vuole favorire nei bambini il ragionamento critico, portando alla luce concetti di educazione ambientale e di sostenibilità. Gli alunni, posti di fronte a situazioni che riportano alla quotidianità, possono divenire protagonisti del loro stesso apprendimento. Calandosi nei panni dei personaggi del racconto, sono chiamati ad utilizzare metodologie di cooperative learning e di problem solving per giungere alla fine dell’avventura avendo fatti propri comportamenti virtuosi e buone pratiche. A questo si affianca il potenziamento delle competenze linguistiche e di lettura.


    Goal Agenda 2030
    4. Istruzione di qualità
    6. Acqua pulita e servizi igienico sanitari
    7. Energia pulita ed accessibile
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumo e produzione responsabili
    13. Lotta contro il cambiamento climatico


    Articolazione del percorso
    L’attività si svolge in presenza a classi singole e prevede 1 incontro in classe di 2 ore.


    Informazioni organizzative
    È necessaria una connessione internet stabile e un device per il collegamento dotato di casse e microfono adeguati a garantire una buona qualità audio e un’esperienza interattiva.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Laboratorio esperienziale (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: in presenza

     

    Descrizione del percorso
    Il laboratorio propone un'attività che coinvolge, stimola e incuriosisce bambine e bambini, utilizzando la metodologia del cooperative learning, ispirata all’approccio IBSE (Inquiry Based Science Education) e finalizzata a sviluppare la capacità di utilizzare conoscenze scientifiche in situazioni concrete per prendere decisioni, con l’obiettivo di migliorare le condizioni ambientali.
    Il giorno dell’incontro l’educatore si presenta in classe con tutti i materiali necessari per l’attività, tra cui spicca un elemento guida che cattura l’interesse dei bambini: si tratta di una scatola misteriosa, colorata di verde per la tematica ambiente, suddivisa in sezioni esplorabili durante lo svolgimento dell’incontro.
    L'educatore, attraverso una presentazione multimediale, introduce alcuni aspetti legati all’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti  (fasi del ciclo integrato dei rifiuti, importanza della riduzione, riuso, riciclo, recupero e rigenerazione dei rifiuti, i principali goals dell’Agenda 2030 legati al tema dei rifiuti e all’ambiente) e spiega come i 4 gruppi di alunne e alunni in cui è suddivisa la classe dovranno interagire durante il laboratorio.
    L’attività prevede l’esplorazione guidata delle 4 sezioni della scatola misteriosa da parte di ogni gruppo: l’ordine di scoperta delle sezioni non è casuale ma organizzato in modo da proporre un viaggio a tappe per capire l’importanza della raccolta differenziata di qualità indagando la comparsa dei rifiuti nella storia, la scoperta e le principali caratteristiche della plastica, analizzando i tempi di degradazione dei rifiuti, scoprendo i servizi e le applicazioni (App Il Rifiutologo) messi a disposizione da Hera nei vari territori utili a conoscere le corrette modalità di gestione dei rifiuti e come effettuare la corretta raccolta differenziata.
    Ogni tappa del viaggio è caratterizzata da una prova che ogni gruppo deve superare in collaborazione con il resto della classe per accedere alla tappa successiva: le bambine e i bambini nei panni di detective della sostenibilità, devono scoprire la funzione di oggetti misteriosi, capire il funzionamento di strani strumenti, superare prove a quiz o risolvere brevi problemi effettuando semplici calcoli.
    Ogni gruppo, dopo aver indagato il quesito investigabile, formula la propria ipotesi e condivide con tutta la classe la soluzione. Se la prova viene superata viene consegnata alla squadra una tesserina con il numero del goal dell’Agenda 2030 abbinato alla prova e l’esplorazione continua con la sezione successiva; al termine dell’attività la combinazione scaturita dai numeri indicati nelle tesserine dei goal, permette di accedere a una ultima sezione misteriosa contenente lo speciale attestato “Classe amica dell’Agenda 2030” che viene consegnato per sancire l’impegno mostrato nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità.


    Obiettivi
    Capacità di utilizzare conoscenze scientifiche in una situazione concreta, identificare quesiti che possono essere indagati in maniera scientifica, trarre conclusioni basate su prove, prendere decisioni a favore di un miglioramento delle condizioni ambientali, collaborare e partecipare alla risoluzione di problemi.


    Goal Agenda 2030
    7. Energia pulita e accessibile
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumi e produzione responsabili
    13. Lotta contro il cambiamento climatico
    14. Vita sott’acqua
    15. Vita sulla terra


    Articolazione del percorso
    L’attività prevede un incontro in presenza di 2 ore a classi singole.


    Informazioni organizzative
    È necessaria una connessione internet stabile e un device per il collegamento dotato di casse e microfono adeguati a garantire una buona qualità audio e un’esperienza interattiva.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Laboratorio speciale (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: in presenza

     

    Descrizione del percorso
    Nello sviluppo del laboratorio vengono utilizzate diverse metodologie educative per stimolare la partecipazione attiva degli studenti e creare un ambiente di apprendimento dove far coesistere, in modo bilanciato, educazione ed intrattenimento.
    Il nostro personaggio guida, un sagace ispettore ferratissimo sul tema dell’economia circolare, con uno strumento di eccezione, il cassonetto trasparente di Hera, cerca di “far luce” sul complesso mondo dei rifiuti e sull’importanza della raccolta differenziata di qualità.
    L’educatore, partendo da situazioni quotidiane, aneddoti e curiosità, porta gli studenti a riflettere sulle scelte giornaliere che favoriscono la riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata di qualità.


    Tra le attività proposte:

    • “Cerca gli intrusi”: gli studenti, divisi in piccoli gruppi e in un tempo prestabilito, sono chiamati ad individuare tutti i materiali non conformi, “gli intrusi”, presenti nelle due sezioni (carta e plastica) del cassonetto trasparente di Hera.
    • Gioco a squadre “Le olimpiadi del cassonetto”: i ragazzi, divisi in squadre e con il supporto dell’applicazione “Il Rifiutologo”, sono chiamati e differenziare nel modo corretto e nel minor tempo possibile un cumulo di rifiuti composto da diverse tipologie di materiali di scarto.
    • Discussione di gruppo “Il destino dei rifiuti”: attività per mettere a nudo le idee degli studenti e “smantellare” il luogo comune che ostacola la raccolta differenziata: “Tanto poi mettono tutto insieme”.
    • Debriefing: breve riflessione in forma dialogica sull’attività svolta.

    A conclusione dell’esperienza viene consegnato il poster “Il Rifiutologo” e l’attestato “Abilissimi ispettori” entrambi da affiggere in classe e a ciascun alunno una copia del report “Sulle tracce dei rifiuti” per diffondere, anche in famiglia, le buone pratiche della raccolta differenziata di qualità.


    Obiettivi
    Progettare, collaborare e partecipare; individuare collegamenti e relazioni; acquisire e interpretare l’informazione; imparare ad agire in modo autonomo e responsabile; diffusione delle buone pratiche; promozione dell’educazione ambientale e della cultura della cittadinanza attiva.


    Goal Agenda 2030
    3. Salute e benessere
    9. Industria, innovazione, infrastrutture
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumi e produzione responsabili
    13. Agire per il clima


    Articolazione del percorso
    L’attività prevede 1 incontro in presenza della durata di 1,5 ore a classi singole e con un educatore ambientale.
    La partecipazione prevede un minimo di 2 classi fino ad un massimo di 3 classi al giorno per ogni scuola.


    Informazioni organizzative
    L’attività può essere svolta all’aperto (nell’area cortiliva della scuola o in un parco o piazza limitrofa alla scuola), oppure in uno spazio ampio all’interno dell’edificio scolastico come l’aula magna o la palestra, che deve essere collocata al piano terra al fine di favorire la corretta collocazione del cassonetto. Consigliamo di verificare preliminarmente che gli spazi della scuola consentano l’ingresso e la movimentazione del cassonetto trasparente che ha le dimensioni di un cassonetto per la raccolta stradale dei rifiuti.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Visite guidate reali agli impianti (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: in presenza

     

    Descrizione del percorso
    L’Itinherario invisibile permette di intraprendere un interessante viaggio alla scoperta dei principali impianti e sistemi tecnologici del ciclo ambiente (gestione e trattamento dei rifiuti), costruiti dall’uomo e gestiti da Hera nei vari territori per garantire da una parte la corretta raccolta e selezione delle preziose materie prime seconde da avviare al processo di riciclaggio e dall’altra il recupero energetico e il corretto smaltimento del rifiuto indifferenziato, importantissime attività che alimentano l’economia circolare finalizzata a ridurre i consumi di risorse e di materie prime del nostro Pianeta.



    Nell'edizione 2022-2023 viene rene riproposta la classica visita guidata in presenza agli impianti del ciclo ambiente (rifiuti) appositamente selezionati nei vari territori. Durante la visita reale la classe è accompagnata fisicamente da un educatore lungo il percorso di visita predisposto all’interno dell’impianto scelto così da “toccare con mano” i processi finalizzati alla gestione, selezione e trattamento dei rifiuti.
    Questa esperienza di visita (che in base ai territori permette di esplorare stazioni ecologiche, impianti di selezione e trattamento, impianti di compostaggio e biodigestione, termovalorizzatori) è sicuramente quella più affascinante perché permette alle classi di rendersi conto dal vivo dell’immenso lavoro necessario per gestire i rifiuti prodotti quotidianamente dalle comunità, di quanto sia importante impegnarsi per una raccolta differenziata di qualità e stimolando lo sviluppo di un senso comune di rispetto e risparmio delle preziose risorse e materie prime del nostro Pianeta.


    L’Itinherario è caratterizzato da 1 uscita a uno o più impianti ambiente (rifiuti) da scegliere tra quelli inseriti nell’elenco del proprio territorio di riferimento. Prima dell’uscita è predisposta una segreteria organizzativa da parte dell’educatore, al fine di concordare la data e il programma dell’uscita commisurando le esigenze della scuola con le imprescindibili prescrizioni tecniche-logistiche degli impianti. Nel giorno dell’appuntamento concordato, l’educatore attende la classe all’impianto e guida il gruppo lungo il percorso di visita finalizzato all’esplorazione delle varie sezioni impiantistiche e alla conoscenza delle specifiche fasi di trattamento dei rifiuti, al fine di trasferire agli studenti, al completamento della visita, la panoramica completa sulla gestione integrata dei rifiuti del proprio territorio.



    Obiettivi
    Favorire la conoscenza del sistema tecnologico che permette la corretta gestione della risorsa rifiuti; individuare collegamenti e relazioni tra le diverse fasi dei cicli tecnologici; imparare ad acquisire e interpretare le informazioni complesse; promuovere senso di responsabilità verso l’ambiente e favorire l'adozione di stili di vita sostenibili; essere in grado di usare le nuove tecnologie e i linguaggi multimediali per supportare il proprio lavoro.


    Goal Agenda 2030
    3. Salute e benessere
    6. Acqua pulita e servizi igienico sanitari
    7. Energia pulita e accessibile
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumi e produzione responsabili
    13. Lotta contro il cambiamento climatico


    Articolazione del percorso Itinherario invisibile - visite reali agli impianti
    La domanda di partecipazione prevede un minimo di 2 classi per scuola.
    L'Itinherario prevede una uscita di mezza giornata per visitare uno o due impianti appartenenti al ciclo scelto.


    Informazioni organizzative
    L’insegnante può scegliere il proprio Itinherario consultando l’elenco degli impianti visitabili del ciclo ambiente (rifiuti) per il proprio territorio di riferimento.
    Non è possibile abbinare agli impianti del ciclo ambiente del proprio territorio, impianti appartenenti ai cicli acqua ed energia dello stesso territorio o impianti ambiente di altri territori.
    Il costo e l’organizzazione dei trasporti agli impianti sono a carico della scuola.


    Consulta qui l'elenco degli impianti visitabili del ciclo ambiente (rifiuti) per il tuo territorio

     
    Come partecipare

    Gli impianti visitabili 2022-2023


    Ravenna

    Comparto green Voltana: impianto di selezione carta, vetro e plastica - Voltana di Lugo

    Comparto green Voltana: impianto di compostaggio - Voltana di Lugo

    Stazione ecologica di Ravenna Sud - Ravenna

    Stazione ecologica - Sant'Agata sul Santerno

    Stazione ecologica - Cervia

    Termovalorizzatore - Forlì

    Stazione ecologica - San Pietro in Vincoli


    Forlì-Cesena

    Impianto di compostaggio località Tessello - San Carlo di Cesena

    Termovalorizzatore - Forlì

    Stazione Ecologica Via Romea - Cesena


    Ferrara

    Impianto di selezione, trattamento e recupero rifiuti di via Diana 44 Cassana - Ferrara - Società Herambiente S.p.A.

    Termovalorizzatore - Ferrara

    Stazione Ecologica Via Caretti - Ferrara


    Imola-Faenza

    Stazione ecologica - Imola

    Stazione ecologica - Faenza

    Termovalorizzatore via del Frullo - Granarolo dell'Emilia - (BO)


    Rimini

    Impianto di selezione dei rifiuti differenziati di Coriano - Rimini

    Impianto di digestione anaerobica e compostaggio di Cà Baldacci - Rimini

    Stazione ecologica - via Macanno, Rimini

    Termovalorizzatore di Coriano - Rimini


    Modena

    Impianto di selezione dei rifiuti differenziati via Caruso - Modena

    Stazione Ecologica - Spilamberto

    Stazione Ecologica Riciclandia - Fiorano

    Stazione Ecologica - Pavullo

    Stazione Ecologica Calamita - Modena

    Stazione Ecologica Magnete - Modena (con box riuso)

    Termovalorizzatore - Modena


    Bologna

    Impianto di selezione, trattamento e recupero rifiuti via del Frullo - Granarolo dell'Emilia (BO)

    Stazione Ecologica Borgo Panigale con annessa Area del Riuso - Bologna

    Termovalorizzatore via del Frullo - Granarolo dell'Emilia - (BO)

     
  •  

    Visite guidate immersive agli impianti (per le classi 3a, 4a e 5a)
    Modalità: in presenza con simulazione virtuale della visita

     

    Descrizione del percorso
    Le visite agli impianti si presentano anche nella modalità virtuale che accoglie le opportunità della Digital Transformation, grazie alle quali è possibile proporre esperienze molto coinvolgenti e dinamiche. Con l'utilizzo della Realtà Virtuale, le visite guidate diventano immersive e permettono agli studenti di scoprire, il funzionamento di due impianti del sito Via del Frullo - Granarolo dell'Emilia (BO): l'impianto di selezione, trattamento e recupero dei rifiuti e il termovalorizzatore, punti nevralgici del sistema di gestione integrata dei rifiuti.


    L’Itinherario si concretizza in un incontro in classe in presenza con un educatore, durante il quale prima si introduce l’argomento trattato (rifiuti) e poi si viene accompagnati in una visita virtuale per scoprire il funzionamento e le curiosità dei due impianti. La visita simula virtualmente la presenza sugli impianti e arricchisce l’esperienza grazie all’introduzione di approfondimenti aumentati. Il contenuto della visita è visuale e multisensoriale: coinvolge la vista, l’udito ma anche il movimento, e ciò aumenta il potenziale mnemonico perché gli alunni vivono esperienze emotivamente coinvolgenti che restano impresse.

     

    Obiettivi
    Favorire la conoscenza del sistema tecnologico che permette la corretta gestione della risorsa rifiuti; individuare collegamenti e relazioni tra le diverse fasi dei cicli tecnologici; imparare ad acquisire e interpretare le informazioni complesse; promuovere senso di responsabilità verso l’ambiente e favorire l'adozione di stili di vita sostenibili; essere in grado di usare le nuove tecnologie e i linguaggi multimediali per supportare il proprio lavoro.

     

    Goal Agenda 2030
    3. Salute e benessere
    6. Acqua pulita e servizi igienico sanitari
    7. Energia pulita e accessibile
    11. Città e comunità sostenibili
    12. Consumi e produzione responsabili
    13. Lotta contro il cambiamento climatico

     

    Articolazione del percorso Itinherario immersivo
    L’itinherario prevede 1 incontro in presenza in classe di 2 ore, a classi singole. Il virtual tour del ciclo ambiente (rifiuti) permette l’approfondimento degli impianti di selezione, trattamento e recupero dei rifiuti e il termovalorizzatore del sito Via del Frullo - Granarolo dell'Emilia (BO).

     

    Informazioni organizzative
    È richiesto l’utilizzo della LIM e una connessione a internet stabile.

     
    Come partecipare
     
  •  

    Attività di tinkering, classi 1° e 2°
    Modalità: in presenza

     

    Descrizione del percorso
    Grazie alla modalità libera e creativa del tinkering i bambini e le bambine affrontano le tematiche del risparmio energetico, dell’utilizzo delle risorse e dell’uso consapevole dell’acqua attraverso una sperimentazione diretta e giocosa. Alla base del laboratorio il “pensare con le mani” e “l’imparare facendo” con priorità assoluta all’esperienza pratica e alla collaborazione per costruire sistemi e macchinari che funzionano. Partendo dal tema scelto, gli alunni danno vita ad una vera e propria invenzione e si avvicinano alla scienza e alla tecnologia in modo alternativo e divertente.
    Tema ambiente: a partire da alcuni stimoli e da un iniziale momento di confronto sui rifiuti (che cosa sono, quali e quanti ne produciamo, perché è importante differenziarli, ecc.), gli alunni si confrontano sulla Regola delle 5R e sulle azioni che ciascuno può fare per darle concretezza.  Nella seconda parte del laboratorio i rifiuti diventano risorse e i bambini, utilizzando materiali di recupero, realizzano strumenti musicali e curiosi macchinari sonori da mostrare a casa per attirare l’attenzione sul tema anche in famiglia.


    Obiettivi
    Stimolare le prime riflessioni sul tema dei rifiuti, dell’acqua e dell’energia e suscitare curiosità nei confronti della natura; incentivare l’acquisizione di modelli comportamentali socialmente utili, sostenibili e consapevoli; favorire una didattica attiva, sperimentando tecniche differenti; porsi domande, formulare ipotesi, osservare e sperimentare; creare un clima di lavoro cooperativo; lasciare spazio al ragionamento e al problem solving; lasciare libertà ai bambini di esprimersi in modo creativo.


    Goal Agenda 2030
    12. Consumo e produzioni responsabili
    13. Agire per il clima


    Articolazione del percorso
    L’attività si svolge in presenza e a classi singole e prevede un incontro della durata di 2 ore.


    Informazioni organizzative
    L’attività si svolge al chiuso, in aula o in un laboratorio, sufficientemente ampi per poter dar modo ai bambini di creare e sperimentare l’utilizzo delle loro invenzioni.

     
    Come partecipare