Hera per le scuole

Logo stampa
In evidenza
 
14/05/2021

Un pozzo di scienza porta gli studenti in Antartide

1.400 i ragazzi collegati con la base Concordia per l’evento "Voci dalla fine del Mondo: Antartide chiama Italia"

Come si sopravvive in condizioni estreme e in un posto inospitale come l’Antartide? Quali ricerche scientifiche vengono svolte e che valore hanno per il futuro del Pianeta? Come ci si prepara fisicamente e psicologicamente per una missione così speciale?
Queste sono solo alcune delle domande che i ragazzi di un pozzo di scienza, progetto di divulgazione scientifica del Gruppo Hera per gli studenti delle scuole secondarie di II grado, hanno posto ai ricercatori del CNR durante il collegamento con la base italo-francese Concordia, il 12 maggio.

60 classi e 1.400 studenti, delle scuole di Emilia-Romagna e Triveneto, hanno avuto l’opportunità unica di ascoltare in diretta la testimonianza di alcuni scienziati che si spingono ai limiti, per desiderio di conoscenza e per affrontare importanti sfide: la sfida scientifica delle loro ricerche in molti ambiti come i cambiamenti climatici, la glaciologia, la fisica dell’atmosfera, la fisiologia umana e sui possibili strumenti per proteggere il futuro del Pianeta; la sfida culturale data dalla condivisione di vita e lavoro con colleghi provenienti da tutto il mondo; la sfida umana che comporta l’adattamento a uno stato di isolamento per molti mesi. Tante le curiosità rispetto alla vita quotidiana dei ricercatori e all’autosufficienza di una base ai confini del mondo.

Uno straordinario appuntamento per far crescere nei giovani la curiosità verso la scienza e aumentare il loro desiderio di approfondire i contenuti scientifici!



Chi non ha seguito l’evento in diretta può rivederlo qui.